Città della Salute: chiamata per Barberini, i direttore della Usl 2 e del Santa Maria

Città della Salute: chiamata per Barberini, i direttore della Usl 2 e del Santa Maria

ottobre 29, 2018 1 Di Simona Maggi

Fai scorrere la notizia nei Tuoi Social

Città della Salute: chiamata per Barberini, i direttore della Usl 2 e del Santa Maria

Progetto, realizzazione e stato dell’arte, sono gli argomenti presentati rispettivamente dal consigliere della Lega Sergio Armillei e dal capogruppo del Pd, Francesco Filipponi

Salute in prima linea. La seduta  della 2° commissione consiliare, presieduta da Orlando Masselli (Fdi), si è conclusa con la decisione di invitare per una audizione l’assessore regionale alla Sanità Luca Barberini, il direttore della Usl 2 e il direttore del Santa Maria. All’ordine del giorno  della discussione la Città della salute.

Progetto, realizzazione e stato dell’arte, sono gli argomenti ripresi in due atti di indirizzo presentati rispettivamente dal consigliere della Lega Sergio Armillei e dal capogruppo del Pd, Francesco Filipponi che impegnano il sindaco e la giunta, per quanto di loro competenza, al proseguimento della realizzazione dell’opera.

La decisione presa nella seduta  è quella di lavorare ad un unico documento condiviso dalle diverse forze politiche, unite dall’obiettivo comune di giungere ad una realizzazione dell’opera, senza ulteriori ritardi, tenendo conto anche della necessità di progettare una piattaforma per l’elissoccorso da riportare a Colle Obito, emendamento all’atto di indirizzo presentato dalla Lega richiesto dal consigliere Michele Rossi (Terni Civica), insieme a quello richiesto da Lucia Dominici (Fi) di fare di Terni la sede della Usl 2.

L’atto di Indirizzo presentato da Filipponi (Pd) è un atto finalizzato ad impegnare il sindaco e la giunta a seguire la progettazione e la realizzazione dell’opera (essenziale per collocare l’offerta dei servizi integrati in un’unica grande sede ottenendo un ingente risparmio di risorse) senza ulteriori ritardi con particolare riguardo alle infrastrutture per la viabilità, a realizzare la rotonda sull’attuale incrocio tra viale Trento, viale Trieste e viale 8 Marzo, a sollecitare la Usl Umbria 2 e la Regione a completare l’iter relativo al finanziamento a ribadire la necessità dell’assegnazione della sede legale della direzione della Usl Umbria 2 nella nuova struttura.

L’atto di Indirizzo presentato dalla Lega impegna sindaco e giunta per quanto di loro competenza ad indirizzare alla prosecuzione della progettazione e realizzazione dell’opera e si chiede la convocazione in commissione dei direttori generali perché aggiornino in merito.