Ficulle, progetto videosorveglianza per contrastare la microcriminalità

Ficulle, progetto videosorveglianza per contrastare la microcriminalità

luglio 10, 2018 0 Di Redazione Terni Zero

Fai scorrere la notizia nei Tuoi Social

Ficulle, progetto videosorveglianza per contrastare la microcriminalità

Il progetto ammonta a poco oltre 36mila euro e rientra nell’ambito del Patto per la sicurezza firmato dai Comuni e dalla prefettura di Terni

“Nonostante i controlli di polizia locale e forze dell’ordine, in particolare carabinieri, le azioni di microcriminalità, legate soprattutto ad atti di vandalismo, e le attività a rischio sono in continuo aumento”. Lo dice l’amministrazione comunale che ha approvato il progetto per l’installazione di telecamere per la videosorveglianza.

Secondo la giunta “la ridotta disponibilità di personale in servizio in sede locale, l’unica alternativa per contrastare fenomeni di criminalità diffusa, come quelli di tipo predatorio a scapito soprattutto di anziani, oppure furti in attività commerciali, è quella di organizzare un idoneo sistema di videosorveglianza. Un sistema – spiega l’amministrazione – che, oltre ad essere reso visibile alla polizia municipale, possa essere anche d’ausilio per le altre forze dell’ordine in uno spirito di collaborazione”.

Il progetto ammonta a poco oltre 36mila euro e rientra nell’ambito del Patto per la sicurezza firmato dai Comuni e dalla prefettura di Terni. Il sito scelto dal Comune per installare le telecamere è il crocevia di Borgo Garibaldi, fra la SR 71 e la strada comunale dei Piani.

“E’ l’ unica via di transito del flusso veicolare tra nord e sud – spiega il Comune – tenendo conto che in questa zona sorgono due edifici scolastici, gli impianti sportivi, l’area del mercato, la banca e alcune attività economiche”.