Facebook per segnalare il malessere di questa città

Facebook per segnalare il malessere di questa città

maggio 23, 2018 1 Di ternizero
Fai scorrere la notizia nei Tuoi Social

Facebook per segnalare il malessere di questa città

I social diventano la principale espressione di un territorio che soffre e dove, evidentemente, l’amministrazione pubblica, non riesce a risolvere i problemi della quotidianità.

E i cittadini fanno la parte del leone!

Come sempre, quando un’amministrazione pubblica, non risponde celermente o risponde a fatica, dei propri obblighi, sono i cittadini che si attivano al fine di poter risolvere le vicissitudini giornaliere.

Terni una piccola città, dove oggi le buche nelle strade, le strisce pedonali, la segnaletica verticale, i rifiuti abbandonati diventano le notizie principali di un malcontento comune.

Una volta, tanti anni fa, la gente esausta e stufa, imbracciava i forconi e scendeva in piazza.
Le proteste diventavano risse e poi tumulti.

Ma oggi tutto questo è superato, ed Internet, diventa un sistema che detta regole e fa da padrone.

Un mezzo di comunicazione a disposizione di tutti, in una civiltà evoluta, democratica e tecnologica.

E poi, conseguentemente lo fanno i social, che diventano strumenti sempre più utilizzati nella comunicazione della nostra società moderna.

Quindi, non più la protesta nelle strade ma, una serie di post sui principali social che fanno, oggi la differenza.

E il nostro viaggio in questo mondo inizia da Terni Malandata!

Un Gruppo su Facebook, creato da Gabriella Celati.

Un Gruppo composto da oltre 2.000 iscritti, dove tutti i giorni si affrontano problemi di ambiente, salute e sociale.

Dove si denunciano disservizi o situazioni estreme della città di Terni e comuni limitrofi.

E Gabriella, che con tanta cura e amore, gestisce il gruppo, armata di tanta buona volontà, impugnando la sua tastiera e segnalando all’amministrazione pubblica, tramite PEC, i tanti disservizi segnalati nel gruppo.

Insomma, una cittadina che, al contrario di quanto dovrebbe fare una Pubblica Amministrazione, si mette a disposizione della comunità per segnalare disfunzioni, situazioni di pericolo, e altre mille angherie del nostro territorio.

Di Raffaele Amici